Città senza adulti
Perché l'impedire la crescita crea figli deformi.

[ … ] Giacché Roma è una madre, è la madre ideale, perché indifferente. [ … ] E se è vero che a Roma ci sono pochissimi nevrotici, è anche vero, come sostiene lo psicanalista, che la nevrosi è provvidenziale, serve a scoprire se stessi in profondità; [ … ] obbliga il bambino a diventare adulto. Roma questo non lo fa. Col suo pancione placentario e il suo aspetto materno evita la nevrosi ma impedisce anche uno sviluppo, una vera maturazione. Qui non ci sono nevrotici, ma nemmeno adulti. E’ una città di bambini svogliati, scettici e maleducati; anche un po’ deformi, psichicamente, giacché impedire la crescita è innaturale. [ … ] Roma è abitata da un ignorante che non vuol essere disturbato e che è il più esatto prodotto della Chiesa. Un grottesco bambinone che ha la soddisfazione di essere continuamente sculacciato dal Papa. [ … ] Una condizione che a Roma viene addirittura esaltata. Infatti: in qualunque città, un soldato, per esempio, è un soldato. A Roma no: qui li chiamano “pori fiji de mamma”. Ecco, si rimane sempre figli di mamma e la mamma è la Madonna, o la Chiesa.

Federico Fellini