Il tempo dell’empatia
Chi è molto emotivo viene spesso giudicato debole.
Ma è il contrario:
provate voi a sentire tutto
e a rimanere comunque in piedi.
Massimiliano Conteddu
Ci sono momenti in cui le astrazioni intelligenti si ridimensionano.

Vecchi screzi e antipatie vi appariranno irrilevanti. Telefonerete per sapere come sta a gente che avevate giurato di non rivedere più.

Vi sarà chiaro tutto ciò di cui non avete bisogno.

Vi verrà rivelata con evidenza assoluta la vera natura degli esseri umani che avete intorno e avrete sia conferme che sorprese.

Grandi intellettuali che fino a ieri avevano pontificato su tutto non avranno più parole e scompariranno dai media, qualcuno si rifugerà in astrazioni intelligenti, ma da cui sarà mancante il minimo soffio di empatia quindi smetterete di ascoltarli. Persone che avevate sottovalutato si riveleranno invece pragmatiche, rassicuranti, solide, generose, di visione chiara.

Francesca Melandri